Giovedì, 06 Ottobre 2016 06:59

Best 4 Better – Formatori pronti alle sfide di un mondo in continua evoluzione

In un mondo che cambia ad una velocità sempre maggiore, la scuola è tra le prime ad essere chiamata a stare al passo. Nella formazione professionale, in particolare, questo si traduce in nuovi bisogni da soddisfare quali, tra gli altri: metodi e materiali didattici differenziati in base ai bisogni di apprendimento degli studenti; maggiore inclusione di creatività, imprenditorialità e nuove tecnologie in aula; dialogo fruttuoso con le aziende per la definizione dei programmi formativi dei futuri tirocinanti e apprendisti.

“BEST FOR BETTER – Best Skills for a Better Teaching”, finanziato dal programma europeo Erasmus+, è stato ideato per rispondere esattamente a queste esigenze emergenti.

Il progetto, attualmente in corso, coinvolgerà entro dicembre 2016 un totale di 34 docenti provenienti da diverse scuole del territorio; oltre ai docenti di Apro Formazione, hanno beneficiato del progetto infatti anche gli insegnanti della Scuola Enologica “Umberto I” (Alba), dell’Istituto di Istruzione Superiore “Piera Cillario Ferrero” (sedi di Alba, Neive e Cortemilia) e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Penna” (sedi di Asti e San Damiano).

Otto programmi e destinazioni diversi sono ovviamente stati messi a punto a seconda delle specifiche esigenze dei vari settori della formazione professionale. Già concluse, ad oggi, le settimane di formazione all’estero a Barcellona (per il settore abbigliamento), Bruxelles (per l’area Apprendistato), Göteborg (per l’area Digital&Technology), Amsterdam e La Rochelle (per il settore alberghiero).

Gli ultimi docenti coinvolti nel progetto partiranno nelle prossime settimane per Chambery (per il settore agricoltura e viticoltura), Malta (per il settore Lingua inglese) e San Sebastian (per il settore dei Servizi al lavoro).

Stefania Einaudi, referente del settore Apprendistato di Apro Formazione ha così commentato i giorni trascorsi presso il centro belga Synthra Vlaanderen: “Ho avuto la possibilità di visitare il centro belga specializzato nella formazione in apprendistato e trascorrere tre giorni a fianco di colleghi del Belgio che quotidianamente affrontano attività e problematiche analoghe alle mie. È un'esperienza che mi ha arricchito molto, soprattutto a livello umano, e che consiglierei a quanti ne abbiano la possibilità: raffrontarmi con una realtà analoga alla nostra mi ha fatto sentire un po' più parte di questa Europa e spero possa essere l'inizio di future collaborazioni transnazionali”.

Letto 963 volte