INCOBOTICS - Ready for Industry 5.0 2019 – 2021

Il progetto INCOBOTICS - Ready for Industry 5.0 unisce quattro partner UE provenienti da Francia, Italia, Grecia e Spagna nello sviluppo di materiali didattici innovativi nella cobotica. Si prevede che l'integrazione dei cobot (robot collaborativi) nei settori industriali e commerciali dell'UE, che lavoreranno fianco a fianco con le loro controparti umane negli spazi di lavoro, crescerà a partire dal 2020.

I futuri laureati in elettronica e robotica dovranno lavorare a fianco degli esperti di big data e intelligenza artificiale per programmare, monitorare e analizzare i dati immessi e provenienti dai cobot e dai loro sistemi di visione artificiale integrata (AV). Una programmazione e un monitoraggio competente vedranno i cobot eseguire in sicurezza una gamma sempre più ampia di funzioni (interattive) nel mondo del lavoro.

Il progetto INCOBOTICS creerà un modulo formativo con un'introduzione generale all'Industria 5.0 per tutti gli studenti, presentando esempi attuali o pianificati dalle aziende di ogni regione partner. Esso coprirà poi le principali caratteristiche e funzioni dei cobot e svilupperà unità strutturate di apprendimento nella comprensione e programmazione di cobot e sistemi AV. Il progetto svilupperà inoltre una Guida alle migliori pratiche per insegnanti e formatori e offrirà agli studenti dei "challenge" attorno alle quali sviluppare le competenze nel campo della cobotica. La Guida supporterà i docenti nella comprensione del sistema “Challenge Based Learning” o “Apprendimento Basato su Sfide” e nello sviluppo di challenge per gli studenti nei loro corsi di cobotica e in altri corsi.

Il modulo INCOBOTICS e la Guida alle migliori pratiche saranno testati da gruppi pilota in Spagna, Francia e Italia nel 2020-2021, perfezionati e disponibili gratuitamente nel settembre 2021 per il download dal sito web del progetto http://incobotics.eu/. I prodotti finali saranno esaminati e convalidati dai principali distributori di cobot e dai rappresentanti industriali dei paesi partner.

 

ll progetto è co-finanziato dal programma Erasmus+ dellUnione Europea. Lautore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sulluso che potrà essere fatto delle informazioni in esso contenute.

erasmus

Letto 489 volte