Lunedì, 01 Luglio 2019 13:44

VI RACCONTO IL MIO ERASMUS PRO #24

#ErasmusPro è il nuovo Erasmus pensato per promuovere esperienze di formazione professionale «di lunga durata». Grazie al progetto di APRO Formazione “WAVES – Sail towards your future”, Francesca, Carmen e Ludovica stanno vivendo il loro #ErasmusPro a Valencia per 6 mesi, da gennaio a luglio 2019. Ogni settimana, a turno, ci racconteranno come stanno vivendo questa esperienza.

Holaaa
Man mano si sta avvicinando la data della fine di questa magnifica esperienza che mi ha fatto crescere molto e che mai dimenticherò.
Per certo in questi mesi abbiamo potuto  visitare e vivere la città a pieno, perché abbiamo visitato molti musei (il museo della ceramica, il museo del patriarca, il museo delle belle Arti, ecc...), altrettanti parchi (il Parc Central, Los Jardines del Monforte, los jardines del hesperadides,...) e preso parte alle numerose feste come Las Fallas, il gay pride, la noche de San Juan e altre ancora. Non potevamo però andarcene senza aver visitato uno dei simboli di Valencia: LA CIUDAD DE LAS ARTES Y DE LAS CIENCIAS!!!!!
É un complesso di tre musei moderni, che si estende nella parte finale del vecchio letto del fiume Turia, in cui si "celebrano" tutte le forme di arti e di scienze.
Ogni museo è contornato da acqua e quando iniziano le giornate calde possiamo trovare barchette, waterball e waterbike con cui i bambini si divertono molto.
La prima struttura è chiamata PALAU DE LAS ARTES REINA SOFÍA, una struttura ultramoderna rivestita da mosaici translucidi, in cui all'interno vi ospita vari teatri e vi si svolgono vari spettacoli, concerti per omaggiare tutte le varie forme di arte.
La seconda è L'HEMISFERIC, un planetario a forma di occhio socchiuso in cui si proiettano dei cortometraggi con vari temi (per esempio con tema dello spazio, della preistoria, ecc...). È molto suggestivo come posto, in quanto le proiezioni vengono rivolte verso tutto il soffitto sferico della struttura (quando siamo andate noi il cortometraggio aveva come tema lo spazio, perciò, durante la visione, si aveva la sensazione di stare guardando il film nel cielo).
L'ultimo è il magnifico MUSEO DE LAS CIENCIAS PRÍNCIPE FELIPE, una struttura interattiva che ricorda lo scheletro di una balena, dentro la quale grandi e piccini possono scoprire la scienza cimentandosi in tanti e piccole 'prove' (per esempio due persone si siedono e appoggiano la testa su due fasce che misurano l'attività mentale. Con la loro attività mentale le due persone devono cercare di fare stare in equilibrio la palla).
Oltre a questo complesso magnifico c'è un'altra struttura annessa che è il più grande e impressionante acquario d'Europa, ossia L'OCEANOGRÀFIC, in cui all'interno ci sono vari specie di pesci (come murene, razze, mante, pesce pagliaccio, meduse e altri ancora). È diviso in varie zone climatiche (infatti ad esempio c'è la zona artica in cui possiamo trovare le belughe, i pinguini e tutti i pesci tipici della zona artica).
Ovviamente la zona più gettonata e anche molto suggestiva è quella degli squali: sarebbe un grande tunnel in cui tu puoi camminare tranquillamente mentre sopra nuotano tranquillamente gli squali e altri pesci. Inoltre si può assistere anche a dei divertenti spettacoli con i delfini e le allegre chiaccherate con i pinguini.
A me personalmente hanno impressionato molto l'oceanografíc e il museo de las ciencias.
È inutile dirvi che vale davvero la pena visitare questo complesso in quanto sia grandi e piccini rimarranno sicuramente impressionati e vi divertirete un sacco!!
A presto!
Carmen

Letto 73 volte