Lunedì, 18 Marzo 2019 11:30

VI RACCONTO IL MIO ERASMUS PRO #9

#ErasmusPro è il nuovo Erasmus pensato per promuovere esperienze di formazione professionale «di lunga durata». Grazie al progetto di APRO Formazione “WAVES – Sail towards your future”, Francesca, Carmen e Ludovica stanno vivendo il loro #ErasmusPro a Valencia per 6 mesi, da gennaio a luglio 2019. Ogni settimana, a turno, ci racconteranno come stanno vivendo questa esperienza.

Ciao a tutti!!!
In questi giorni a Valencia c'è un clima misto tra festa, allegria e caos, perché da fine febbraio è iniziata "Las Fallas", la festa più tradizionale e tipica di Valencia, però i giorni più importanti e intensi sono proprio questi, dal 15 al 19 di marzo (infatti quasi tutti i negozi della città vengono chiusi in questi giorni!).
Essendo appunto una festa tipica valenciana, la maggior parte delle persone vive questa festa come un vero e proprio sentimento, perciò in qualsiasi parte della città, anche nel più piccolo quartiere, si "sente" il clima "fallero", poiché ci sono appese bandiere di Valencia, per strada si vedono molte persone vestite con i vestiti tradizionali, durante il giorno le persone tirano petardi per strada e cose del genere.
A Valencia si vive questa festa fin da piccoli, infatti nel asilo in cui svolgo il tirocinio la settimana dall' 11 al 15 marzo è stata interamente dedicata al "mondo e alla vita fallera", nel senso che la scuola è stata decorata (dentro e fuori) con bandierine di Valencia, disegni di persone vestite da "fallero/a" e i bambini, le maestre (io compresa), ogni giorno, venivamo vestiti con un blouson "fallero" e/o con solo un foulard a quadri bianco e blu legato al collo, perché sono gli indumenti tipici di come ci si veste durante la festa!
La cosa più tipica della "Fallas" sono dei "monumenti" (detti appunto "Fallas") molto, ma molto alti che vengono fatti da artisti "falleri" durante un anno, perciò ai genitori dei bambini dell'asilo è stato chiesto di costruire delle "Fallas" che avessero come tema l'alimentazione sana. Il giovedì 14 marzo è stata una giornata un po' particolare: al mattino tutte le "fallas" fatte dalle famiglie sono state messe fuori e sono state elette quelle più belle di ogni classe, nel frattempo i bambini dell'altro asilo (quello di cui vi ha parlato Francesca), accompagnati dai loro genitori e da alcune maestre, sono venuti fino al nostro asilo a piedi e dopodiché tutti insieme abbiamo fatto una sfilata/passeggiata percorrendo l'isolato. Una volta ritornati all’asilo, i bambini dell'altro asilo se ne sono andati, invece gli altri bimbi sono rimasti fuori, perché arrivava il momento più atteso da tutti, cioè i bambini dovevano calpestare (invece che bruciare come si fa nella festa ufficiale) tutte le "Fallas", tranne quelle che erano state elette le più belle!
Un momento molto divertente perché tutti i bambini, aiutati dai loro genitori, saltavano e rompevano i "monumenti" pieni di allegria, carica e divertimento!
E così con giovedì si è conclusa las "fallas" del mio asilo, però ci attende quella della città che dobbiamo viverla a pieno, perciò "Buona Fallas a noi"!!!
Ciao e al prossimo articolo!

Carmen

Letto 100 volte