Martedì, 02 Maggio 2017 06:46

Si è concluso “BEST 4 BETTER – Best Skills for a Better Teaching”

il progetto di APRO Formazione che ha portato in Europa 34 formatori del territorio

 

Si è concluso ad inizio aprile il progetto “BEST FOR BETTER – Best Skills for a Better Teaching”, ideato da APRO Formazione e finanziato dal programma europeo Erasmus+.

Il progetto ha coinvolto da agosto 2016 a oggi un totale di 34 docenti provenienti da diverse scuole del territorio; oltre ai docenti di Apro Formazione, hanno beneficiato del progetto anche gli insegnanti della Scuola Enologica “Umberto I” (Alba), dell’Istituto di Istruzione Superiore “Piera Cillario Ferrero” (sedi di Alba, Neive e Cortemilia) e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Penna” (sedi di Asti e San Damiano).

Ciascuno di loro ha potuto frequentare un programma di formazione all’estero della durata di 5-7 giorni. A seconda delle specifiche esigenze dei vari settori della formazione professionale, sono stati messi a punto otto programmi diversi, in altrettante destinazioni in Europa: Barcellona (per il settore abbigliamento), Bruxelles (per l’area Apprendistato), Göteborg (per l’area Digital&Technology), Amsterdam e La Rochelle (per il settore alberghiero), Chambery (per il settore agricoltura e viticoltura), Malta (per il settore Lingua inglese) e San Sebastian (per i Servizi Al Lavoro).

Il progetto, ideato per promuovere una continua innovazione nella Formazione Professionale, mira a dare più spazio in aula a creatività, imprenditorialità e nuove tecnologie e a favorire in misura sempre maggiore il dialogo tra scuola e aziende per la definizione dei programmi formativi dei futuri tirocinanti e apprendisti.

Stefania Gallo ed Elena Laratore, del settore dei Servizi Al Lavoro di Apro Formazione, hanno così commentato la loro recente esperienza presso il Nazaret Zentroa di San Sebastian “L’esperienza a San Sebastian ci è servita per visitare altre realtà e confrontarci sulle modalità operative relative ai Servizi al Lavoro nei loro Centri di Formazione e Centri per l’Impiego. Ci ha permesso di mettere a confronto le diverse organizzazioni e gli strumenti operativi, dandoci degli spunti per migliorare la nostra organizzazione interna, ma anche quella verso l’esterno e i nostri interlocutori. Personalmente abbiamo instaurato dei rapporti di scambio e di confronto sulle opportunità e difficoltà che ogni giorno incontriamo sul lavoro”.

Letto 379 volte